"IO MANGIO LOCALE" -  e allattamento materno

Mani Tese (www.manitese.it) lancia la campagna per la promozione della sovranità alimentare per sostenere il diritto di tutti i popoli alla sovranità alimentare, ossia al diritto di decidere le proprie politiche agricole ed alimentari e a combattere la fame e la povertà attraverso il rafforzamento dei propri mercati locali.Il 17 e 18 ottobre 2009 Mani Tese scenderà in piazza in tutta Italia per affermare la concretezza di scelte in grado si garantire il diritto al cibo a tutto il pianeta.

Scelte che, partendo da piccoli gesti quotidiani, possono fare la differenza così come riportato nel programma 10+1:

1] Compra il più possibile prodotti freschi e di stagione. Molto può essere anche fatto in casa...
2] Non farti ingannare dai prodotti fuori stagione in offerta speciale: sono poco sani e ambientalmente insostenibili.
3] Serviti il meno possibile dalla grande distribuzione che lucra sui prodotti alimentari e inquina diffondendo imballaggi inutili e costosi.
4] Non comprare merce delle multinazionali alimentari che ingrassano chi specula sull'agricoltura.
5] Bevi l'acqua del rubinetto: zero kilometri, zero plastica, zero speculazioni.
6] Privilegia la filiera corta e il basso impatto ambientale tramite i mercati locali e fai la spesa responsabilmente insieme agli altri tramite i gruppi di acquisto solidale.
7] Quando fai la spesa considera sempre quanti km quel prodotto ha consumato prima che lo possa consumare tu.
8] Acquista prodotti sfusi e alla spina, contribuendo a ridurre l'impatto ambientale.
9] Costruisci un rapporto di fiducia con i produttori invece di dar retta alla pubblicità.
10] Acquista i prodotti provenienti da altri paesi (cacao, caffé, the, zucchero) solo nelle botteghe del commercio equo e solidale.
+ 1] Sostieni i progetti di cooperazione di Mani Tese e delle Ong che promuovono la sovranità alimentare  in tutto il mondo!

IBFAN Italia aderisce alla campagna condividendone pienamente lo spirito.
Il latte materno, infatti, è un cibo universale: la vera sovranità  alimentare  dell'essere umano ha inizio immediatamente dopo la nascita, fra le braccia della propria madre con il contatto con il suo corpo e le preziose gocce di colostro.
E prosegue, come indica l'OMS, con l'allattamento esclusivo nei primi 6 mesi di vita fornendo tutti i nutrienti necessari al bambino per la sua crescita e di preziosi anticorpi che gli permettono di fronteggiare eventuali infezioni.

Ma non basta: l'allattamento al seno garantisce un prolungato e frequente contatto pelle-a-pelle, che è di indiscusso beneficio per la coppia mamma-bambino.

Dopo i 6 mesi può avere inizio l'alimentazione complementare a base dei normali cibi consumati dalla famiglia proposti con l'accortezza di non somministrare troppo presto prodotti difficilmente digeribili, cuocendoli un po' di più e sminuzzandoli o schiacciandoli.
Prodotti che dovrebbero essere locali e di stagione, diversi nel sapore a seconda dei terreni in cui sono coltivati, di come sono cucinati, dei cibi a cui sono abbinati, non con gusti standardizzati come quelli degli omogeneizzati sempre uguali a loro stessi.

L'OMS raccomanda di proseguire l'allattamento almeno per i primi 2 anni del bambino.
Se tutte le mamme fossero aiutate a raggiungere quest'obiettivo di allattamento esclusivo per i primi sei mesi e complementare fino ai due anni, ci sarebbe un notevole calo nelle vendite dei sostituti del latte materno, biberon e tettarelle e cibi industriali per l'infanzia con riduzione dei profitti delle multinazionali che li producono. Produzione legata allo sfruttamento delle mucche da latte e degli animali da carne, i quali consumano risorse: enormi quantitativi di cereali e legumi, ingenti quantità d'acqua, inquinamento e disboscamento.

C'è poi da mettere in conto il trattamento del latte che viene liofilizzato, il suo imballo, i trasporti e l'energia necessaria a ricostituirlo. Senza contare vetro e plastica per biberon e tettarelle. E le pastiglie disinfettanti. E la corrente elettrica per microonde e scalda biberon...

Per tutti questi motivi, IBFAN Italia aderisce alla campagna di MANI TESE ricordando il diritto dei bambini al latte della madre e a cibi familiari e locali, e affermando che LA SOVRANITA' ALIMENTARE INIZIA DALLE BRACCIA DELLA MAMMA!

 leggi anche: i nostri precedenti argomenti  CODICE PER LA COMMERCIALIZZAZIONE SOSTITUTI LATTE MATERNO  E ALLATTAMENTO NELLE EMERGENZE

            TORNA ALLE ATTIVITA'             APPROFONDIMENTI

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!