IL MELOGRANO nazionale  

 I centri Il Melograno sono sorti per sostenere una nuova cultura della maternità, della nascita e della prima infanzia, il riconoscimento del valore sociale della maternità, la promozione del diritto alla salute e all’uguaglianza di dignità delle donne e dei bambini, il rispetto dei bisogni dei protagonisti della nascita, secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della SanitàNel dare voce, accogliere e condividere tutti i diversi aspetti dell’esperienza di mettere al mondo un figlio, i servizi proposti intendono prendersi cura delle madri in modo particolare, dei padri e dei loro neonati, offrendo ascolto, attenzione, contatto, vicinanza, comprensione, sostegno, aiuto pratico. 

  I principi che da sempre hanno ispirato tutta l’attività sono:  

·     la non medicalizzazione della nascita e la valorizzazione della gravidanza, del parto e dell’allattamento come momenti della vita affettiva e sessuale delle donne

·     il principio di non delega nella gestione del soddisfacimento dei propri bisogni

·     la dimensione collettiva come spazio di confronto, socializzazione e condivisione delle esperienze

·     la relazione di cura che non è dedizione o vocazione nè attività terapeutica, ma  arte della maieutica, ovvero la capacità di sostenere in ognuno i processi di consapevolezza delle proprie potenzialità e risorse

 

Tutti i centri si riconoscono in tali principi, declinandoli secondo peculiarità che fanno a tutt’oggi del Melograno un’associazione composita per ricchezze e competenze, tanto da essere diventata per gli Enti istituzionali un’importante risorsa per progettare interventi innovativi di accompagnamento e sostegno nel periodo perinatale.  

Ciascuna sede, infatti, oltre all’attività rivolta alle socie e soci, svolge un lavoro rilevante di collaborazione con i servizi pubblici, sociali, sanitari ed educativi, presenti sul territorio al fine di sostenere i diritti fondamentali dei soggetti della nascita:  

·     il diritto di ogni bambino a nascere e crescere in un ambiente che rispetta i suoi particolari bisogni

·     il diritto delle donne a vivere la propria scelta di maternità in piena consapevolezza e libertà, nel rispetto della propria cultura e della propria individualità

·     il diritto ad un parto che assecondi i ritmi naturali del corpo, alla presenza di persone amiche, in un ambiente accogliente ed intimo

·     il diritto alla vicinanza e alla conoscenza tra madre e figlio nell’immediato dopo-parto 

 

 La Sede di MILANO SUD 

le finalità (estratto dallo statuto)

Promuovere l’umanizzazione del parto e della nascita secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità  (OMS)e l’attuazione degli obiettivi indicati nel  Progetto Obiettivo Materno Infantile (POMI). 

Sostenere l’applicazione della Legge Regionale lombardia del 8 maggio 1987 n. 16 - “La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale”. (B.U. 13 maggio 1987, n. 19, 1º suppl. ord.) 

 

Sostenere le donne affinché possano vivere la maternità e il parto da protagoniste, nel rispetto delle proprie scelte, della propria individualità, della propria cultura, dei propri desideri e delle proprie esigenze

 

Promuovere una cultura della nascita rispettosa dei ritmi fisiologici del parto, dell’intimità, delle emozioni e dei bisogni affettivi della coppia e del bambino. E piu’ in generale, una cultura del rispetto dei bisogni fisiologici ed emotivi di contatto, di attenzione, affetto reciproco, che si possono tradurre nell’espressione maternage naturale ( ad es. co-sleeping, portare i bimbi, massaggio infantile, disciplina con affetto etc..)

 

Promuovere l’allattamento al seno in diverse forme: supportando la donna in ogni fase di questa esperienza;  diffondendo a livello territoriale iniziative volte a proteggere e favore questa pratica (Baby friendly Hospital e Comnunità amica dell’Allattamento); impegnandosi nel monitoraggio e nel rispetto del Codice Internazionale della commercializzazione dei Sostituti del Latte materno (OMS e UNICEF);

 

Favorire la condivisione tra donne dell’esperienza della maternità

 

Favorire il sostegno delle madri attivando una rete di servizi e di persone presenti sia a livello territoriale che all’interno del contesto familiare intorno alla neomamma.

 

Promuovere una cultura della salute e della prevenzione. Con particolare attenzione ai temi dell’alimentazione sana e biologica, dell’attività fisica, dell’abuso di farmaci (in particolare sull’utilizzo degli psicofarmaci in età evolutiva), e della diffusione di corretti e virtuosi  stili di vita

 

Promuovere il rispetto della Natura e dell’Uomo attraverso una cultura ecologica, equa e solidale, attenta alla conservazione ambientale, al consumo etico, e alla diffusione di una sensibilità ecologica soprattutto nelle generazioni piu’ giovani  

 

Contribuire al processo di formazione ed aggiornamento degli operatori del settore  secondo le direttive dell’OMS

 

  


 

 

 

 

 

 

Informativa sulla privacy
Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!